Da Visitare - Itinerari

Perché una vacanza a Cagli? Cagli non è un paese ma una piccola città, fornita di tutti i servizi utili per residenti e visitatori. E Cagli è anche una citttà di grande storia, ricca di arte e di un patrimonio architettonico che la distinguono e le danno quel fascino particolare per cui è amata da così tante persone nel mondo. A pochi passi dagli appartamenti della Bonclerici House c’è la piazza principale di Cagli, il cuore della città, con negozi e ristoranti. Per questo gli appartamenti della Bonclerici House sono la scelta giusta per vivere e visitare il centro storico di Cagli a piedi, senza prendere la macchina. Nella piazza è buona abitudine gustare un gelato o un caffè seduti a un tavolo di un bar e così godere della bellezza della città. Gli affreschi di Giovanni Santi, padre di Raffaello, nella chiesa di San Domenico o quelli di Mello da Gubbio nella chiesa di San Francesco sono da soli meritevoli di un viaggio a Cagli. Da visitare anche il quattrocentesco Torrione di Francesco di Giorgio Martini, simbolo della città, con all’interno il Centro di Scultura Contemporanea, esposizione permanente di opere; il Palazzo Comunale di epoca rinascimentale, restaurato dallo stesso Martini, che domina la piazza principale; Ponte Mallio, un grandioso e intatto ponte romano sulla via Flaminia; l’ottocentesco Teatro Comunale, uno dei teatri più famosi delle Marche, dove tutto l’anno si può assistere a un ricco programma di prosa, concerti e danza.

.

Per provare l’autenticità di una vacanza nelle Marche gli ospiti devono approfittare delle rievocazioni storiche, delle tradizioni religiose, delle feste popolari e sagre che promuovono le specialità della cucina locale nella provincia di Pesaro e Urbino e nella vicina Umbria. Tutto l’anno questi eventi danno la possibilità di assaggiare prodotti tipici come tartufi (bianco e nero), funghi, carne di maiale, cinghiale, pasta fatta in casa, polenta, crescia, vini, olio d’oliva. 

Ponte Mallio

Parco Naturale della Gola del Furlo

Panorama di Cagli

Montagne come Monte Catria, Monte Petrano e Monte Nerone e colline coesistono intorno a Cagli, che è situata su un pianoro più basso (276 m.) e il cui territorio apre verso le dolci colline delle Marche. Motivo per cui Cagli è il posto giusto sia per chi ama la montagna che per chi preferisce la collina. Itinerari culturali svelano antichi borghi e città d’arte nel nord delle Marche. Itinerari nella natura adatti alle famiglie consentono di visitare la Riserva Naturale della Gola del Furlo, il parco del Monte Cucco, così come di fare escursioni su Monte Catria, Monte Petrano e Monte Nerone.

.

Da visitare: Urbino (30 km), gioiello del Rinascimento, città natale di Raffaello Sanzio; Gubbio (26 km), capolavoro medievale nella vicina Umbria, famosa anche per la corsa dei ceri che si svolge ogni anno il 15 maggio; le grotte di Frasassi (40 km); la riserva naturale della Gola del Furlo (15 km), con la chiesa romanica di S. Vincenzo (IX sec.) e le due gallerie di epoca romana sulla strada consolare Flaminia che possono essere visitate liberamente anche con l’aiuto delle audioguide fornite dal locale ufficio turistico. Guidando verso l’Umbria è possibile andare anche a Perugia e Assisi (80 km). Un excursus sulla storia di Cagli e della regione è utile per collocare Cagli nel passato attraverso periodi come quello dell’antica Roma, il Medio Evo, il Rinascimento, gli oltre due secoli di permanenza nello Stato Pontificio prima dell’unificazione d’Italia.

Urbino - Palazzo Ducale

Gubbio - Teatro Romano