Escursioni libere nella Riserva Naturale e visite al museo del territorio al Furlo nel 2019

3 Jan

posted by

Categories: Eventi

Comments: 0

 

Le visite guidate nella Riserva – come escursioni naturalistiche, visite all’area archeologica delle gallerie romane, passeggiate con guida sui sentieri, osservazione del nido delle aquile reali..- riprenderanno nel mese di Giugno con il consueto programma di eventi gratuiti fino a Novembre.

In attesa delle visite guidate è molto bello vivere la Riserva Naturale della Gola del Furlo nei mesi di Gennaio, Febbraio e Marzo. In inverno si può infatti approfittare delle non rare giornate di bel tempo per fare escursioni libere nei sentieri con le mappe scaricabili da internet (www.riservagoladelfurlo.it) e distribuite presso il Centro Visite della Riserva in località Furlo di Acqualagna che riaprirà all’inizio di Marzo e resterà attivo per tutto il 2019. Con l’apertura del Centro Visite si può completare il programma visitando gratuitamente il museo del territorio Lorenzo Mannozzi-Torini.

Il centro visite della Riserva  e il museo del territorio Lorenzo Mannozzi Torini si trovano in località Furlo di Acqualagna, via Flaminia n.36. Ingresso libero. Telefono: 0721-700041. E-mail: riservafurlo@provincia.ps.it

Visite al museo del territorio Lorenzo Mannozzi Torini. Il rinnovato museo del territorio ospita una grande collezione di animali imbalsamati, rocce e fossili. Un software interattivo porta i visitatori a conoscere la storia geologica e antropologica della Gola del Furlo con un avvincente viaggio indietro nel tempo. Un sistema di osservazione consente di vedere le aquile reali nei nidi costruiti sulle rocce del Monte Paganuccio.

Escursioni nella Riserva con le mappe  fornite gratuitamente. Il centro visite della Riserva fornisce gratuitamente mappe e altro materiale informativo per fare escursioni in autonomia nella Riserva. I percorsi variano per difficoltà da quelli più brevi ed accessibili nella zona in piano tra l’abitato del Furlo e le due gallerie romane ai più impegnativi sentieri di montagna che portano sul Monte Pietralata e sul Monte Paganuccio, da cui si può godere di una spettacolare vista sugli Appennini e sul nord della regione.

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>